Class-Gender

seguenti-proiezioni

ClassGender: Identita’ di genere e di classe Rassegna cinematografica a cura di QueerInAction e C.S.I. (Consorzio Sperimentazione Immagini) in collaborazione con Amigdala Summer Experience 2014 e Butter Liquid Sunsets c/o Animal21 Via di Portonaccio 21 Roma

Chi o cosa definisce se io sono maschio o femmina? E’ solo un dato biologico o c’e’ dell’altro? E perche’ devo scegliere tra due opzioni? Perche’ non posso essere entrambi o nessuno dei due o qualcos’altro? Chi o cosa mi impedisce di andare oltre i ruoli prestabiliti dalle categorie di genere? QueerInAction e C.S.I. (Consorzio Sperimentazione Immagini) presentano “ClassGender”, una rassegna di 6 lungometraggi d’autore che intende offrire uno spunto di riflessione su quanto l’appartenenza di classe costruisca e modifichi l’espressione delle identita’ di genere secondo ruoli e regole standard predefinite dalla classe dominante che opprime e usurpa la liberta’ di autodeterminazione dei corpi e dei generi, imponendo comportamenti ed etichette, anche nella sfera sessuale, che siano funzionali alla conservazione dello status quo borghese e capitalistico. La contraddizione di genere, come la sua espressione violenta nelle varie forme di sessismo e omofobia, nasce dunque dentro il conflitto tra le classi, tra oppressi e oppressori, sfruttati e sfruttatori… Essere maschio o femmina o altro e’ quindi un processo politico-sociale, che solo attraverso la lotta di classe puo’ dirsi davvero consapevole.

PROGRAMMAZIONE : *tutte le proiezioni sono gratuite Inizio proiezioni: h 21,30 (Inoltre all’Animal 21 dalle 19.00 ::: APERITIVO + CENA ::: servizio al tavolo, menu’ alla carta, biologico,vegetariano e Km.0)

SABATO 28 giugno (in Amigdala Summer Experience 2014) Louise Michel di Benoit Delepine, Gustave de Kervern, Francia, 2008, 94′ Un gruppo di operaie licenziate in tronco decide, su proposta di Louise, di far uccidere il padrone della fabbrica che le ha ingannate, per farlo ingaggiano un killer molto speciale, Michel. Ma sia Louise sia Michel non sono quel che sembrano. Acida e surreale critica del capitalismo moderno raccontato anche attraverso scelte di genere.

MERCOLEDI’ 2 luglio (in Butter Liquid Sunsets) Laurence Anyways di Xavier Dolan, Canada, Francia 2012, 159′ Ambientato nel 1989, e’ incentrato su Laurence, che rivela alla famiglia e alla fidanzata, nel giorno del suo 30-esimo compleanno, il suo desiderio segreto di diventare una donna. La sua ragazza e’ sconvolta, ma accetta di rimanere al suo fianco. L’anno successivo Laurence torna a lavorare come professore di letteratura, solo che questa volta veste i panni di una donna. Una nuova vita ha inizio, ma il peso dello stigma sociale, il rifiuto della famiglia e l’incompatibilita’ della coppia cominciano a diventare insostenibili. [sottotitolato in Italiano]

SABATO 5 luglio (in Amigdala Summer Experience 2014) Bellas Mariposas di Salvatore Mereu, Italia, 2012, 100′ Caterina e’ un’adolescente che va alla scoperta della sua citta’ (Cagliari) e di se stessa, del suo corpo in trasformazione, delle sue nuove emozioni. La realta’ e la fantasia si intrecciano in un racconto tipico del realismo magico permettendo a chi ascolta di scoprire cose che non sa o che forse ha dimenticato.

SABATO 12 luglio (in Amigdala Summer Experience 2014) Unveiled di Angelina Maccarone, Germania, 2005, 97′ Fariba, perseguitata in Iran a causa della sua omosessualita’, cerca in Germania asilo politico ma la sua richiesta viene respinta. Quando il suo coinquilino Siamak si suicida, Fariba assume la sua identita’ ed e’ mandata in un campo per rifugiati in un piccolo villaggio della Germania. Per riuscire a pagare dei nuovi documenti, Fariba accetta un lavoro illegale in fabbrica dove e’ molestata perche’ non vuole fare la doccia coi maschi. Un film bellissimo sulla condizione degli immigrati, sui problemi dell’identita’ e sulla grande forza dell’amore.[sottotitolato in Italiano]

MERCOLEDI’ 16 luglio (in Butter Liquid Sunsets) Wild Side di Sebastien Lifshitz, Francia, 2004, 110′ Parigi: Stephanie, una transessuale prostituta; Djamel un omosessuale che occasionalmente si prostituisce; Mikhail un disertore russo, immigrato clandestino che, quando puo’, lavora come muratore. La prima e’ innamorata degli altri due che la ricambiano. L’insubordinazione sessuale come rimedio all’alienazione sociale e’ uno dei tanti temi del quarto lungometraggio di Lifshitz. Nulla di osceno ne’ di scandaloso in questo film intenso, aspro, delicato. Lo protegge lo sguardo del regista, impregnato di amore e rispetto verso i personaggi e i loro corpi. [sottotitolato in Italiano]

SABATO 30 luglio (in Amigdala Summer Experience 2014) Pussy Riot – A punk prayer di Mike Lerner, Maxim Pozdorovkin, Russia, Gran Bretagna, 2013, 90′. Un documentario per conoscere la storia del gruppo punk che ha denunciato la politica repressiva di Putin sui diritti LGBTQI e il suo stretto rapporto con la chiesa Ortodossa. [sottotitolato in inglese] *” a seguire video delle performance del gruppo russo di street-art Voina”

Progetto grafico a cura di Graph Yos

CSI https://www.facebook.com/csi.project http://www.csi-project.org

Q Ueer Inaction http://www.queerinaction.org

Amigdala ElectroParty II http://www.amigdala.biz/

Butter http://thebutterworld.tumblr.com/

Animal Garden 21 https://www.facebook.com/AnimalGarden21

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...